Gustati la vita

il giovedì è la giornata dedicata alla consapevolezza dei pensieri

18/05/2017

Una storia racconta di un giovanissimo imperatore cinese che era alle prese con una questione di difficile risoluzione.

Tutti i suoi predecessori non erano riusciti a trovare una soluzione stabile e permanente al problema.
La città nella quale viveva era attraversata da un grosso fiume, che era fonte di sopravvivenza e vita per tutta la popolazione ed allo stesso tempo costituiva un grosso pericolo nei mesi invernali.

Con le piogge insistenti il fiume si ingrossava fino a straripare ed allagare le zone limitrofe causando danni a case e persone.

Per cercare di contenere la piena del fiume, l’imperatore precedente aveva fatto erigere un alto muro che facesse da argine artificiale.
Purtroppo il muro non resse e per l’ennesima volta nella città si ebbe un’esondazione.

Il giovane Imperatore non sapeva come fare per poter risolvere la questione e gran parte della popolazione era molto arrabbiata, indignata, oltre che ovviamente molto in difficoltà per la situazione ed i continui disagi.

Un giorno l’Imperatore ebbe un’idea. Chiamò a sé tutti gli ingegneri ed operai più fidati e disse loro: “Ho la soluzione! Dobbiamo riempire il pieno con il vuoto!”

Tutta la terra accanto al fiume era piena di costruzioni o spazi civilizzati che erano sempre a rischio di allagamento perché il fiume non aveva sfogo per i momenti di piena.

L’imperatore allora chiese ai suoi operai di scavare dei canali che dovevano essere aperti solo in caso di arrivo della piena del fiume. In questo modo riuscì a contenere i danni delle ondate successive, che comunque arrivarono imponenti e a volte straripavano comunque, ma causando molti meno danni rispetto al passato.

Come sarebbe se anche noi imparassimo a riempire il pieno con il vuoto per gestire meglio i nostri momenti di stress?

Quando siamo stressati per una situazione è un po’ come se in noi arrivasse la piena del fiume e spesso, se il nostro “stressometro” è già sul rosso, la reazione che abbiamo è totalmente fuori controllo, proprio come i danni che può fare un fiume in piena che straripa.

L’idea è quella di chiedersi prima dell’evento stressante, quale potrebbe essere la nostra personale strategia per svuotare, far defluire l’energia derivante da un picco di stress o da stress accumulato.

Cosa hai bisogno di fare per non far trasbordare il tuo vaso dello stress?

Il giovedì è la giornata dedicata alla consapevolezza dei pensieri #gustatilavita

«
»

Vuoi scaricare l'estratto Gustati la vita Agenda 2019?

La informiamo che i dati personali che ha appena inserito saranno trattati nel pieno rispetto di tale legge. Selezionando "Acconsento" esprime il consenso alla raccolta ed al trattamento dei dati personali. Prima di procedere leggi la privacy policy.