Gustati la vita

La domenica è la giornata dedicata al non agire

16/04/2017

In una società dove tutto è immediato, nella quale si cerca di automatizzare il più possibile, la risposta evolutiva (o involutiva) dell’essere umano è il non saper attendere.

La televisione è on demand. Non attendo più con ansia positiva quel momento per vedere il mio programma preferito. Lo posso vedere quando scelgo io, in ogni momento io desideri.

Uno degli indicatori che facebook mette in evidenza è “l’elevata reattività di risposta”. Scriviamo un messaggio e ci aspettiamo che rispondano immediatamente. Come se dall’altra parte non esistesse una persona magari indaffarata nel suo vivere quotidiano.

Ci ammaliamo e corriamo in farmacia a prendere farmaci dai quali ci aspettiamo una guarigione immediata.

E se tutto ciò non accade? Se la tecnologia si ferma, noi come reagiamo? Se facciamo una domanda e non abbiamo risposta immediata, siamo in grado di gestire l’attesa? O forse ci arrabbiamo, iniziamo subito a pensare che l’altro ce l’ha con noi, ci ha fregato? Se la guarigione impiega più tempo ad arrivare, come viviamo la nostra malattia?

Per questo e per mille altri motivi credo che allenarsi al portare pazienza, all’aspettare, al concedere a noi stessi e agli altri il giusto tempo sia fondamentale per il benessere di ognuno di noi e dell’intera società.

In fondo, ad una donna incinta al terzo mese, ci mettiamo a farle fretta e pressioni dicendole “dai, su, sono passati già tre mesi, perchè non partorisci?”

O forse aspettiamo pazientemente il termine della gravidanza e anzi, speriamo con tutto il cuore che la gravidanza arrivi proprio al termine?

In questo caso è chiaro a tutti che attendere nove mesi è fondamentale per il benessere, per la vita del nascituro. E sappiamo quindi aspettare. Dare tempo.

Come sarebbe se quella stessa capacità di attesa riuscissimo ad applicarla anche ad altri ambiti della nostra vita?

La domenica è la giornata dedicata al non agire #gustatilavita

«
»

Vuoi scaricare l'estratto Gustati la vita Agenda 2019?

La informiamo che i dati personali che ha appena inserito saranno trattati nel pieno rispetto di tale legge. Selezionando "Acconsento" esprime il consenso alla raccolta ed al trattamento dei dati personali. Prima di procedere leggi la privacy policy.